14 novembre 2019 ~ 0 Commenti

Amazon e i punti deboli

Continuiamo oggi a parlare di Amazon, e di come alcune volte il gigante del commercio online può non farci così tanta paura.

È di questi giorni la notizia che il colosso Nike ha deciso di non vendere più i suoi prodotti tramite Amazon: l’azienda chiedeva fra le altre cose maggiori controlli ad Amazon sul fronte dei prodotti falsi. Queste garanzie non sono state date e così Nike ora venderà le sue scarpe tramite altri canali.

E nel nostro mondo, siamo sicuri che Amazon possa garantire prodotti di qualità con spedizioni a temperatura controllate e stoccaggi in magazzini che rispettano la struttura di prodotti cosmetici ed integratori?

A mio avviso dobbiamo puntare anche su questo tipo di comunicazione quando il cliente ci parla della convenienza dell’acquisto online.

Rimane il fatto, come vi dicevo l’altro giorno, che per contrastare impulso all’acquisto facile con un click, dobbiamo lavorare in maniera approfondita e costante sul servizio offerto al cliente e sull’empatia. Il fattore umano è fondamentale: quello che dobbiamo sempre tenere a mente è che il cliente si deve fidare di noi, pertanto abbiamo il dovere di non cercare di fregarlo in qualunque modo, solo a vantaggio del nostro guadagno.

Nike questo concetto lo ha recepito molto bene: non può permettere che il falso giri tramite piattaforme così famose e conosciute: il cliente deve poter essere garantito nell’ acquisto di un prodotto ufficiale e sicuro.

Lavoriamo sulla qualità.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali