18 marzo 2019 ~ 0 Commenti

Bellezza consapevole a Cosmoprof

quest’anno a Bologna, durante il Cosmoprof si è affrontato un tema di grandissima attualità .

In un momento in cui Greta, la ragazzina svedese, smuove milioni di persone parlando di coscienza ambientale e di necessità di cambiamento per salvare il pianeta, ecco che la bellezza e il mondo della cosmetica non sono da meno. Il convegno internazionale che ha aperto il Cosmoprof Worldwide Bologna, aveva infatti come tema la bellezza consapevole, i consumi, le regole e le imprese verso l’economia circolare.

Il Presidente di Cosmetica italia, Renato Ancorotti, ha dichiarato

” Per le aziende è fondamentale comunicare ai consumatori i propri valori, le caratteristiche dei propri prodotti e anche le scelte su temi chiave come quello della sostenibilità. Web e social ci pongono di fronte a informazioni facilmente accessibili, dando l’impressione di avere tutti gli elementi per giudicare e scegliere. Tuttavia è determinante verificare l’attendibilità di queste fonti. La collaborazione fra industria e istituzioni è un elemento chiave per contrastare le fake news e tracciare il percorso per una corretta divulgazione scientifica”.

Interessante anche il punto di vista di Mercedes Procopio, Presidente del comitato tecnico di Cosmetica Italia ” nel settore cosmetico si era soliti segmentare il consumatore in base al tipo di pelle o all’età e tale approccio risultava facile è immediato. Adesso invece si lavora per nicchie di bisogni, caratterizzate da un trend comune di approccio del consumatore più consapevole e interessato a particolari tematiche, che vanno dalla performance del prodotto, passando per gli ingredienti utilizzati, fino ad arrivare all’attenzione per l’impatto ambientale del prodotto nel suo insieme. Sempre più spesso accade che le esigenze del consumatore precedono la regolamentazione: le imprese si trovano a dover affrontare situazioni non ancora previste dalla legge, che devono comunque essere gestite in tempi più ristretti di quanto prevede un normale iter normativo”.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali