22 novembre 2018 ~ 0 Commenti

Black friday in farmacia: si o no?

La polemica giunge puntuale, inarrestabile, e in molti tratti condivisibile.

Nei social e nei gruppi di discussione tra farmacisti si parla del Black friday, ovvero quella giornata di forti sconti che abbiamo mutuato in Italia da qualche anno dagli Stati Uniti.

La mia idea è molto semplice. Quando si parla di farmaci non si possono associare idee e immagini di sconto. Che si parli di facia A o fascia C poco cambia: non mi importa di Bersani e non mi importa se la legge dice che si può fare. È un momento storico molto importante per il farmacista per la sua immagine per cui tutto ciò che è legato al farmaco secondo me non dovrebbe essere pubblicizzato come conveniente.

Altra cosa invece sono i cosmetici. Come in tutto il resto dell’anno, tutte le aziende cosmetiche fanno sconti e promozioni di vario genere, non ci vedo niente di diverso nel fatto che si possa utilizzare il black friday per ottenere una rotazione maggiore di questi prodotti legati alla bellezza. Questa operazione andrebbe fatta solo su alcuni prodotti, selezionati, non certo sull’ assortimento completo, cosa che vorrebbe dire svilire totalmente il valore di quello che quotidianamente proponiamo ai nostri clienti. Invece ecco che anche pagine intere di quotidiani nazionali riportano pubblicità in cui gruppi di farmacie espongono a chiare lettere l’idea che durante il Black Friday si potrà acquistare tutto l’assortimento super scontato. Immagine pericolosa e lontana dalla nostra categoria.

Proporre sconti in farmacia non è una cosa nuova nè da deprecare, nell’idea di un libero mercato : succede a Natale, succede per Pasqua, a primavera, in estate coi solari, per le feste della mamma e del papà. Non trovo che ci sia nulla di strano nel proporre alcuni cosmetici ad un prezzo conveniente nel giorno del Black friday, soprattutto quando il resto del mercato propone prezzi super convenienti sugli stessi prodotti. Ma attenzione, come sempre la farmacia nel copiare idee da altri ci mette ingenuità e poca esperienza, ed ecco che troviamo in vetrina scritte in cui si invita la clientela a comprare farmaci di fascia A scontati del 30% durante il black friday. Male, molto male.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali