11 marzo 2021 ~ 0 Commenti

Entriamo nel mondo dei profumi con Claudia Scattolini / seconda parte

Claudia, a chi sono destinati i profumi personalizzati che crei?

Teniamo in considerazione che quello che un profumo può fare non ha confini: colora un mondo, intriga, affascina, sottolinea un mood, arreda, definisce un intero universo.
I miei profumi sono quindi indirizzati a tutti coloro che vogliono aggiungere il tocco finale alla loro vita, che sia per la loro pelle, per la cada, per un brand o per un prodotto.
Inoltre nei momenti di criticità si deve trovare il modo per reinventarsi e così ho fatto anche io in questo ultimo anno: ho iniziato la produzione di un gel mani con aloe vera e gocce di oli essenziali naturali lanciando il progetto “quel che prendo rendo”: per ogni lotto prodotto, ne dono una parte alle onlus locali bisognose, iniziando dall’Associazione oncologia San Bassiano e dell’Anvolt. Molte aziende del territorio hanno aderito ed è stato un successo. Ho inoltre spinto sulla formulazione di fragranze per detergenti, soprattutto bagnoschiuma e shampoo, e anche questa via ha dato delle belle soddisfazioni.

Com’è cambiata la percezione olfattiva in questo periodo di mascherine?A volte ho la sensazione che si sia più attenti agli odori, sia buoni che cattivi, adesso che si fa più fatica a sentirli a causa della mascherina, una specie di regola del contrappasso.

Che fragranze consigli ai Farmacisti per risvegliare e mantenere il buon umore?

 Il mondo oggi profuma di speranza e aspettative.
Ci sveglia al mattino col caldo profumo del caffè e del dentifricio e dei minuti contati, per poi accompagnarci in questo strano periodo col familiare sentore del calicanto e dell’olea fragrans, che chi ha la fortuna di sentire sul suo cammino riempiono il cuore – fateci attenzione, ne vale la pena.
Ci prendono per mano il profumo terroso umido della pioggia, quello meraviglioso del pane appena sfornato, quello polveroso delle pagine dei libri…profumi amici, ma ai quali troppo spesso non badiamo.
Consiglio di godersi tutti i profumi meravigliosi che abbiamo intorno, ci manterranno vivi.
Un profumo di benvenuto inoltre fa sempre piacere, anche in farmacia: consiglio magari un bouquet aromatico come la menta per esempio, che è un ottimo purificatore dell’ambiente contro le negatività, apre al dialogo e placa i conflitti.
Oppure un sottofondo agrumato, che crea un’atmosfera in generale ottimista e serena, induce uno stato d’animo vitale e disteso ed irradia piacere.

claudia scattolini

Mai più di oggi vorrei dare al mondo il profumo della felicità, quello che regala gioia, che infonde coraggio e brucia le paure.

Grazie Claudia,
le tue parole ci hanno emozionato, parlo a nome di tutti quelli che ci leggono, credo di poterlo fare in questo caso :) )

 

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali