05 aprile 2019 ~ 0 Commenti

H2H : le relazioni umane al reparto dermocosmetico

Sabato 13 aprile , a COSMOFARMA, sala meeting in farma pad 30 ore 12.45, io e la mia collega Maria Teresa Ascioti, vi aspettiamo per presentare una interessantissima relazione della professoressa Eleonora Saladino, che parlerà di relazioni umane, declinate in ambito dermocosmetico. Io vi consiglio di essere presenti, anche perché quel giorno faremo un importante annuncio, riguardo alla formazione, che molti di voi stanno aspettando da tempo! Chiediamo intanto alla dottoressa Ascioti alcune spiegazioni su su questa formuletta h2h, che non è una formula chimica.

Come si coniugano le competenze scientifiche del farmacista con le tendenze sociali, la vendita etica ed il marketing H2H al reparto dermocosmetico?

L’esperienza del consumo è in continua trasformazione e impone rapidi aggiustamenti delle tradizionali modalità di vendita. L’evoluzione della tecnologia ha fatto sembrare per un po’ che si potesse fare a meno della relazione tra chi acquista e chi vende ma le recenti rilevazioni sullo scenario retail* dimostrano che i casi di maggior successo sono quelli legati all’unità di luogo tempo e spazio. Torna in scena, dunque, la fisicità del negozio in cui si cerca un’esperienza di acquisto intesa come scambio autorevole di valori. Sembra superata ormai anche la dicotomia tra offline e online in luogo dell’omnicanalità. Il luogo fisico perciò deve essere riempito di nuovi significati, coniugabili online, in cui è la persona che conta e le sue aspettative, che devono essere soddisfatte in modo significativo e autorevole: premesse necessarie, queste, per costruire una relazione efficace. Se potessi ridefinire il marketing lo denominerei come la scienza sociale del mercato: il farmacista sta sul mercato e ogni farmacia è un’azienda che può diventare un brand per il proprio pubblico di riferimento. Le nuove teorie di questa disciplina vanno tutte – oserei dire – nella direzione del farmacista che, grazie al suo bagaglio scientifico e alla propensione all’ascolto e all’empatia, può farne tesoro e far diventare la vendita della dermocosmesi non più relegata al prodotto ma ad un’offerta di valore, fatta di servizi ed esperienze che ogni farmacia può offrire.

Quanto conta la relazione operatore/cliente per una vendita etica ed efficace?

Per sottolineare ancora che un ricorso al marketing da parte del farmacista al reparto dermocosmetico può essere utile, necessario e costituire un paradigma possibile tra eticità, scientificità e consumo basta dire che le ultime teorie di Philip Kotler, padre del marketing moderno, mettono in risalto come la relazione con la persona che consuma deve tener presente il valore di cosa e come si vende, andando ad interagire con MENTE CUORE e SPIRITO del consumatore. La dermocosmesi è un bisogno dell’uomo da sempre e che oggi, nella contemporanea e incessante ricerca di benessere, cerca risposte credibili e trattamenti efficaci: nella MENTE del consumatore il farmacista è un professionista affidabile; il farmacista e la farmacia rappresentano un canale completo in ambito dermocosmetico, che può arrivare al CUORE del consumatore perché in grado di proporre servizi completi (prodotti topici, sistemici, trattamenti in cabina) e rimanere impresso nello SPIRITO collettivo come la risposta etica, scientifica e umana più credibile. Tutto questo passa anche dal marketing il cui orientamento attuale ha superato ormai i concetti di B2B (business to business) e B2C (business to consumer) in favore della relazione H2H (Human to Human) operatore/cliente.

*Retail Innovations di Kiki Lab

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali