16 novembre 2018 ~ 0 Commenti

Hunziker: prodotti bio o hamburger?

Un titolo curioso per un post che è stato ispirato attraverso uno scambio di messaggi ieri con un amico, del quale ovviamente non rivelerò il nome.

Mi faceva notare (anche se gli ho detto che lo avevo visto e ci avevo già riflettuto) che Michelle Hunziker, oltre ad aver lanciato sul mercato una linea di prodotti di cui vi ho già parlato in precedenza, fa anche pubblicità per una nota catena di ristoranti fast food.

Bene, per chi non avesse letto il mio post precedente, sintetizzo il fatto che Michelle attraverso questa linea di prodotti, cosmetici e integratori, tra l’altro venduti in farmacia, vuole fare passare un messaggio nuovo e molto interessante, ovvero quello di uno stile di vita da sposare, piuttosto che una serie di prodotti slegati tra loro. Il messaggio è quello di una famiglia felice, di una vita sana, attenta ai prodotti naturali e biologici, alla salute e al benessere.

Stride un po’, quindi il fatto che la stessa Michelle pubblicizzi hamburger e patatine fritte in tv.

Per la serie: per soldi reclamizzo anche ciò in cui non credo, per gli stessi soldi metto la mia faccia in una linea di prodotti, certo magari più consoni al mio modo di essere.

E c’è un’altra cosa su cui mi ha fatto riflettere il mio amico (o gost writer): per l’ennesima volta, il lancio in farmacia dei prodotti di Michelle vuole essere solo un sigillo: anche se la Hunziker ha magnificato il mondo della farmacia, andando a conferenze e eventi del nostro mondo, quanto scommettete che fra pochi mesi i prodotti saranno sugli scaffali della grande distribuzione?

La farmacia serve a molte aziende per dare autorevolezza ad un prodotto, per sdoganarlo, per dargli importanza. Una volta concluso questo processo, alle aziende interessa fatturare. E con la farmacia si fattura molto di meno che con una distribuzione allargata. Triste verità per noi.

Insomma, la riflessione che faccio è sempre quella: attenzione agli specchietti per le allodole, e all’oro che sembra luccicare tanto. Molto spesso c’è nascosto un hamburger dietro, e neanche troppo buono.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali