19 novembre 2018 ~ 0 Commenti

Dermocompatibilità estrema

Il messaggio lanciato da Skineco, l’associazione che si occupa di Ecodermocompatibilità, lancia un messaggio recepito nelle ultime settimane dai maggiori periodici femminili online/offline.

Bisogna controllare che tra i primi componenti dell’etichetta non figurino sostanze come siliconi e petrolati. Alcune di queste sostanze sono state catalogate come cancerogene di tipo 2. Non possono essere presenti nei cosmetici in una percentuale maggiore del 3%

Detta così, per noi del settore, è tutto ok: sappiamo che i cosmetici presenti sul mercato attendono a tutte le regole e legislazione restrittiva europea. Ma detta la stessa frase alla signora Maria, suona diverso.

Perchè già immagino la signora Maria arrivare in farmacia e dirmi che i cosmetici provocano il cancro.

E’ così, purtroppo è così. Bisogna saper parlare al nostro pubblico. Bisogna argomentare. Non si pò sparare a zero sui siliconi, ad esempio: sono materie inerti ed anzi importanti protettori per la pelle anche in condizioni di fragilizzazione, proprio perchè non hanno interazioni con l’organismo. E poi, come ricorda sempre il nostro amico comune Umberto Borellini, le stesse persone che non vogliono Silicone nei cosmetici, magari fanno ingerire al neonato un po’ di Dimeticone per le colichette. Certo non sono ecocompatibili. Ma parliamo delle percentuali nei cosmetici dei siliconi rispetto a tutto il silicone che si trova in altri prodotti commerciali!

Non si può essere così estremisti, e soprattutto secondo me non si può a cuor leggero parlare di sostanze dei cosmetici che provocano i tumori. Piuttosto mettiamo in guardia da acquisti incauti, in filiere non controllate come quelle extra UE. Valorizziamo i canali tradizionali nei nostri messaggi al pubblico. Altrimenti, come al solito, si fa di tutta l’erba un fascio e la signora Maria non saprà più a chi credere.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali