10 febbraio 2014 ~ 1 Commento

Intervista a Alessia Ferrini, responsabile della Farmacia Misiti di Roma

ALESSIA FERRINI, RESPONSABILE FARMACIA MISITI di Roma, BIOLOGA E COSMETOLOGA, EX FORMATRICE PER YSL.

Alessia conosce bene il mondo del dermocosmetico, visto dalla profumeria e anche dalla farmacia. E’ perciò in grado di tracciare una linea precisa di quello che sta accadendo oggi al mercato cosmetico in Italia. Utile per riflettere su quale strada intraprendere per il futuro della dermocosmesi in farmacia.

< Negli ultimi 10 anni abbiamo cavalcato l’onda della crescita del dermocosmetico in farmacia proponendo alla nostra clientela spesso cose imbarazzanti in termini di qualità e prezzo rincorrendo crescite del +30+ 40% del fatturato, sentendoci dei grandi manager in grado di fare tutto e vendere tutto. In fondo il mercato ce lo permetteva e i margini ci davano ragione. Intanto le aziende hanno preso coscienza di tutti i nostri dati e le nostre abitudini di vendita, potendo a loro volta crescere ed allargarsi nel mercato e in altri canali. Per questo motivo, a chi oggi si avvicina alla cosmesi vorrei dire soprattutto di fare attenzione e di guardare sembra con distacco a questo grande e scintillante mondo dei numeri e delle crescite . Non siamo più nell’epoca dei grandi numeri e le aziende che te li propongono forse vedono il loro interesse prima del nostro. Io credo però che questa crisi per noi sia un bene, perché rimette noi titolari al centro della farmacia, come erano i nostri padri e nonni. Stiamo per fortuna riconquistando il rapporto di fiducia e rispetto con i nostri consumatori. Oggi più che mai dobbiamo ricordare che siamo Farmacisti , cosmetologi non manager di multinazionali! E direi anche ‘per fortuna!’ , perché solo cosi oggi abbiamo ancora un senso di esistere. Altrimenti fuori dalle nostre farmacie c’è internet con i suoi prezzi invitanti e non solo, perché penso ai colleghi che oggi, scontando a più non posso per continuare a battere cassa, pensano che la signora Pina si attraverserà la città in eterno per andare a comprare da loro. La signora Pina prima o poi si stancherà di tutto questo 3×2: tanto una faccia ha da incremare e non 3 !! Purtroppo a Roma siamo testimoni di un dilagare di queste scontistiche selvagge che a mio parere stanno distruggendo il bellissimo mercato dermocosmetico che ci eravamo conquistati con la fiducia e il rispetto di cui ho parlato prima. Per quanto mi riguarda, credo che l’unica possibilità per uscire da questa situazione sia rimettersi in gioco affrontando studi seri e qualificazioni che interessino davvero la nostra clientela. Nel futuro prevedo una dermocosmesi in farmacia iper personalizzato, ipertecnologica e tanto tanto green: mi preparerò per questo e invito i miei colleghi a seguirmi, lasciando da parte lo sconto a tutti i costi, che non porterà altro che declino >.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali