17 marzo 2020 ~ 1 Commento

La quatantena

Per noi farmacisti la quarantena non esiste, anzi. Paradossalmente ci scopriamo ad essere più ore fuori casa rispetto a prima. E questo per permettere a tutti di avere a disposizione medicine ed altro. Ci troviamo a rischiare ogni giorno, in prima persona. Certo, come gli addetti dei supermercati e altre categorie che continuano a lavorare. Ma noi in più abbiamo contatti pressoché costanti con persone malate o parenti di malati. Specie in questo momento, quando prendiamo le ricette in mano ci chiediamo se la persona che abbiamo davanti può essere contagiosa. Ma indossando guanti, mascherine, con lo schermo di plexiglass sul banco a dividerci, allora tutto è più facile. Poi arrivano richieste di shampoo, deodoranti, fondotinta…e mai come ora non vorremmo venderli, non vorremmo uscire dalla nostra micro zona di comfort dietro al bancone per consigliare un cosmetico al reparto dermocosmesi. Personalmente, ma credo di parlare per molti colleghi, in questa situazione viene stravolto completamente il modo di lavorare e rapportarsi ai clienti. Dietro a quelle mascherine, le nostre come quelle di chi ci sta di fronte, nascondiamo la paura per questo brutto virus. Ma nascondiamo anche il sorriso della normalità, quello che vogliamo restituire presto alle nostre farmacie.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali