29 luglio 2019 ~ 0 Commenti

Le statistiche sulla cosmesi a favore della farmacia

Leggendo i risultati dell’analisi fatta da L’Oréal italia, in particolare dall’osservatorio Beauty, è chiaramente visibile come quello che pensano e chiedono le donne italiane sia riconducibile al mondo salute e farmacia. In particolare nel rapporto “le donne italiane e la cura della pelle” emerge il dato secondo cui le donne italiane sono le più attente, tra tutte le rappresentanti femminili europee, agli ingredienti dei cosmetici, con una percentuale del 55% rispetto al 46% dell’Europa. Un altro dato importante è che le italiane, nel 63% dei casi, rispetto al 53% delle europee, preferisce i cosmetici a base naturale.

Inoltre ricordiamoci che le donne in Italia sono molto attente alla ricerca scientifica che c’è dietro al cosmetico: 57% contro il 44% dell’Europa.

Questi primi dati portano le clienti in farmacia, poi ce ne sono due su cui riflettere e che effettivamente possono allontanare le nostre potenziali clienti. Infatti se praticamente la totalità delle donne, (il 93%) considera la cura della pelle come una categoria cosmetica irrinunciabile, una fetta importantissima, pari al 85%, vive lo shopping come divertimento e quindi vuole scegliere il cosmetici adatti all’interno di ricchi assortimenti (88%).

Le donne sono propense a spendere e a investire per la cura della pelle, ma vogliono scegliere come farlo e col prodotti giusti, che le coinvolgano e le convincano.

E attenzione a un ultimo dato, le consumatrici preferiscono di gran lunga i marchi che già conoscono: sono molto fedeli, nel 92% dei casi si riferiscono a due o tre aziende. E le italiane amano i Brand conosciuti, nel 41% dei casi verso il 27% delle donne europee.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali