14 febbraio 2017 ~ 0 Commenti

Macchie cutanee

La nostra pelle è in realtà una miscela di varie colorazioni, che dipendono non tutte dagli stessi fattori. Il grigio è dato dalla cheratina, il rosa è dovuto al sangue che scorre nei capillari nel derma, mentre il giallo è il colore dei lipidi e dei caroteni situati nel ipoderma. Tutti i colori invece che vanno dal marroncino al nero, compreso il rosso e il bianco sono tipici della melanina. In particolare, la feomelanina per il rosso e eumelanina per il nero, il marrone.

Come sapete, la melanina è responsabile, oltre che del colore della pelle, anche di quello dei capelli e viene prodotta all’interno di cellule specializzate dette melanociti, che sono alla base dell’ epidermide. L’intensità della colorazione della pelle dipende dalla zona corporea e dal gruppo etnico di appartenenza. 

Le macchie cutanee sono dovute a una disomogeneità della pigmentazione e si dividono in ipermelanosi e ipomelanosi, tipiche ad esempio dell’albinismo. 

Le ipercromie sono di tipo genetico, come nei casi dei nevi, le lentiggini, efelidi e le macule caffelatte oppure se non rientrano nei casi citati si definiscono acquisite e possono essere provocate da una serie di fattori scatenanti: farmaci sistemici o topici, malattie sistemiche, processi infiammatori, agenti fisici ed anche endocrinopatie. 

È importante, quando parliamo con i clienti, sottolineare il fatto che le discromie cutanee si possono eliminare solo se presenti a livello superficiale, ovvero sull’epidermide. 

Nel trattamento per le ipercromie, i cosmetici agiscono secondo diversi meccanismi, come la prevenzione, innanzitutto, attraverso i filtri e gli schermi solari, ma anche la rimozione della melanina preesistente, con sostanze esfolianti e leviganti; la riduzione della formazione di nuova melanina, con inibitori dell’enzima tirosinasi; infine sottraendo l’ossigeno necessario alla melanogenesi, con l’utilizzo di antiossidanti.  

Fonte: Come sono fatti i cosmetici. Ed. ERA 

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali