29 luglio 2020 ~ 0 Commenti

Melanoma ai tempi del coronavirus: meno 31% di visite

Il coronavirus miete più vittime del previsto. Forse non oggi, ma fra qualche tempo, purtroppo sarà così e statisticamente sarà anche difficile verificarlo. In particolar modo oggi ci riferiamo al dato preoccupatissimo secondo cui in periodo di lockdown sono calate del 31% il numero di prime visite per lo screening dei tumori della pelle. E c’è da scommettere che questo dato sia al ribasso. Moltissimi di coloro che normalmente si sottopongono allo screening dei nei, con la mappatura annuale, specialmente nel periodo primaverile, quest’anno non hanno potuto prenotare visite. Altro dato preoccupante è un meno 36% di biopsie sempre per quanto riguarda lo studio dei tumori cutanei.

E qui ribadiamo un concetto che non vogliamo passi inosservato, ovvero quello della possibilità che in una farmacia dei servizi strutturata, organizzata e preparata, si possa attuare, anche in periodi difficili come quelli del lockdown, un servizio di screening, magari in telemedicina. Sono certa che potremmo salvare tante vite ed evitare tantissime spese anche al Servizio Sanitario Nazionale.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali