02 febbraio 2014 ~ 2 Commenti

Melasma: la risposta del dermatologo per la cura

Quante donne entrano ogni giorno in farmacia e chiedono un rimedio per le macchie sul viso? Quante donne in gravidanza si lamentano di quelle antiestetiche macchie sopra il labbro e sulle guance ? Quante arrivano a settembre, disperate perché, una volta scomparsa l’abbronzatura, sul viso rimangono i segni di una esposizione sbagliata? Stiamo parlando del melasma, ovvero la produzione anomala di melanina che si concentra in punti del viso piuttosto che in altri, delineando la comparsa di discromie a volte talmente evidenti da richiedere l’utilizzo di laser per la loro eliminazione. Ecco il parere dell’esperto, la dottoressa Riccarda Serri, dermatologa e presidente di SKINECO ( Associazione Internazionela di Dermatologia Ecologica) quali raccomandazioni possiamo dare alle clienti della farmacia che ci espongono il problema del melasma.

< Per far passare il melasma è fondamentale la protezione costante e assoluta dal sole, con creme solari a protezione totale, contenenti anche schemi minerali fisici (polveri minerali naturali NON nanoparticellizzate sulla pelle del viso a partire dal primo mattino (non solo durante le esposizioni in spiaggia o in montagna): tali creme andranno utilizzate, meglio se ogni giorno, per almeno un anno dall’apparizione del melasma. Dopo 12-24 mesi i melanociti, solitamente, tornano a “riposo”, e non sono più sovreccitati dagli ultravioletti. Alla sera, prima delle solite creme, applicare un gel depigmentante cosmetico o farmacologico – quelli farmacologici sono più efficaci ma devono essere preparati galenicamente dal farmacista su prescrizione medica, oppure una crema all’acido azelaico, o un concentrato di anti-ROS (anti radicali liberi, poichè sono i radicali liberi a scatenare le iperpigmentazioni post infiammatorie). Al mattino, prima del solare, gel e e creme a base di vitamina C e altre molecole contro i radicali liberi.  Un buon fondotinta (NON una BB cream a SPF 15!!! anche perchè SPF significa Sun Protector Factor e protegge da UVB presenti d’estate, mentre in caso di melasma occorre proteggere anche da UVA) – quindi, un buon fondotinta in crema o compatto a base di polveri minerali (ossido di zinco, biossido di tintanio NON nano, antiossidanti, etc) agisce egregiamente come protezione >.

Quindi, riassumendo, il consiglio in farmacia sarà: crema solare 50+ tutto l’anno, crema trattante da notte in inverno che possa aiutare a schiarire le macchie. Un buon siero alla vitamina C da giorno (quelli formulati bene possono essere tranquillamente utilizzati anche in gravidanza e allattamento). E ovviamente un ottimo fondotinta, magari con la protezione alta, per coprire le macchie e proteggere ulteriormente dal sole.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali