15 gennaio 2014 ~ 5 Commenti

Methylisothiazolinone: troppe le reazioni avverse segnalate

L’associazione europea delle industrie cosmetiche Cosmetics Europe ha recentemente trasmesso una nota in cui raccomanda alle aziende di non attendere l’intervento della Commissione europea ma di eliminare il prima possibile l’utilizzo del conservante Methylisothiazolinone per la preparazione di prodotti cosmetici non sottoposti a risciacquo (anche le salviette umidificate, dove tale ingrediente si trova spessissimo in formulazione).  Questa importante decisione è stata presa per tutelare in qualche modo i consumatori: negli ultimi tempi infatti ci sono state tantissime segnalazioni riguardo a  reazioni indesiderate a tale ingrediente.

Attualmente il Methylisothiazolinone è autorizzato in tutti i prodotti cosmetici alla concentrazione massima dello 0,01% (Regolamento n.1223/2009, Allegato V “Conservanti ammessi nei prodotti cosmetici”, punto 57) ma tale valore è stato definito in base ad un’ormai datata (2004) valutazione dell’SCCNFP (Scientific Committee on Cosmetic Products and Non-Food Products), ora SCCS (Scientific Committee on Consumer Safety). La raccomandazione di Cosmetics Europe fa seguito ad una nuova opinione dell’SCCS (1521 del 12 dicembre 2013), aperta per commenti fino al 17 febbraio 2014, che, sulla base dei dati scientifici disponibili, valuta il Methylisothiazolinone non sicuro per i consumatori nei prodotti non sottoposti a risciacquo, incluse la salviette umidificate, mentre lo ritiene sicuro negli altri prodotti, ma solo ad una concentrazione inferiore a 15 ppm (0.0015%).

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali