11 novembre 2019 ~ 0 Commenti

Micropigmentazione in farmacia

Voglio parlare di oggi un argomento tecnico, ma che può essere davvero importante perché molti di noi in farmacia hanno cabine estetiche e ci sono sempre più servizi che ci vengono proposti da aziende esterne. Tra questi ricordiamo anche la possibilità per le estetiste di effettuare tatuaggi con micro pigmentazione. Ebbene, il Ministero ha da poco chiarito che le uniche persone che possono effettuare tatuaggio nell’area del capezzolo sulle donne, e ci riferiamo alle pazienti oncologiche in particolare, solo figure sanitarie: vengono escluse in tal modo le estetiste. Questo lo scrivo perché purtroppo so che esistono proposte anche alle farmacie per lavorare con la micropigmentazione, attraverso le cabine estetiche. Ebbene, dobbiamo fare molta attenzione! Non crediamo a tutto quello che ci propongono, perché spesso cavalcano un momento, una necessità nota per il mondo farmacia come questa di cercare uno spazio nel supporto estetico al paziente oncologico. Rimaniamo nei nostri ambiti, cerchiamo di essere più attenti alla selezione dei servizi: c’è e ci sarà sempre di più una jungla in tal senso.

Grazie alla mia carissima amica (e docente di Farmacia Oncokogica) Angela Noviello, sempre attenta e aggiornata in ambito estetico.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali