10 gennaio 2020 ~ 1 Commento

Microplastiche vietate

Dal primo gennaio 2020, come probabilmente avete letto nelle comunicazioni ufficiali anche di Federfarma, è vietata la commercializzazione di tutti i prodotti cosmetici che abbiano al loro interno microgranuli sintetici. E’ facile quindi capire che dai nostri scaffali dobbiamo togliere scrub (ovviamente non quelli che abbiano microgranuli di origine vegetale o minerale). Ma forse non è venuto in mente a tutti che i prodotti che sarà vietato commercializzare sono anche tutti i dentifrici ad effetto ‘sbiancante’ che contengono appunto queste microplastiche. Oppure prodotti destinati ai piedi e alle mani, o ancora maschere viso, shampoo purificanti e cosmetici per unghie. Attenzione quindi a valutare bene se nelle vostre farmacie sono presenti questi cosmetici, anche perché la violazione di cui al comma 546 è punita con sanzioni da da 2500 a 25mila euro, aumentabile fino al quadruplo del massimo se la violazione riguarda ingenti quantitativi di prodotto o un valore di merce superiore al 20% del fatturato del trasgressore (questa ultima ipotesi credo non sia verificabile nelle realtà della farmacia).

Come si legge nella comunicazione ufficiale di Federfarma, si ricorda che per:

a) microplastiche si intendono le particelle solide in plastica, insolubili in acqua, di misura uguale o inferiore a 5 millimetri, intenzionalmente aggiunte nei prodotti cosmetici di cui al comma 546;
b) plastica: ci si riferisce ai polimeri modellati, estrusi o fisicamente manipolati in diverse fome solide, che, durante l’uso e nel successivo smaltimento, mantengono le forme definite nelle applicazioni previste.

Ecco i principali nomi inci delle microplastiche non più ammesse

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali