06 luglio 2020 ~ 0 Commenti

Punture di zanzara

Appurato che le zanzare non hanno fortunatamente niente a che fare con la trasmissione del virus che ci ha sconvolto la vita quest’anno, occorre però fare attenzione alle punture di questi fastidiosissimi insetti. Il professor Antonino Di Pietro, dermatologo plastico, ci insegna infatti che è importantissimo evitare di grattarsi dopo essere stati punti da una zanzara. Questo perché sotto le nostre unghie si annidano alcuni batteri in grado di provocare infezioni come la impetigine. Si tratta di lesioni che appaiono come dei piccoli brufoletti, sopra i quali si forma una crosticina. Nel caso in cui vedessimo questo tipo di lesione è necessario mandare il paziente dal medico per la prescrizione di un antibiotico per bocca.

Attenzione anche a utilizzare prodotti specifici per allontanare le zanzare, ma che non siano tossici per la pelle dei neonati e dei bambini: naturale non vuol dire non tossico, nel senso che esistono molti prodotti a base di oli essenziali che non possono essere utilizzati nei bambini sotto i 3 anni, per rischio di sensibilizzazione e allergia. Attenzione anche ai prodotti chimici: lasciamo perdere alle nostre latitudini i prodotti che utilizzeremmo ai tropici. Favoriamo invece l’utilizzo di braccialetti, cerotti, e sostanze chimiche non troppo concentrate.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali