17 ottobre 2018 ~ 0 Commenti

Rosacea: un disturbo da non sottovalutare

La rosacea è una malattia infiammatoria cronica della pelle e presenta caratteristiche variabili che si denotano perlopiù nelle aree centrali del viso, come guance e naso.

La rosacea compare spesso dopo i 30 anni, in egual modo in uomini e donne. Tra i sintomi più comuni ci sono arrossamento, eritema, lesioni infiammatorie. A queste si sommano nei casi più gravi dolore, bruciore e ovviamente aumentata sensibilità della pelle.

A volte vengono colpiti gli occhi, che diventano rossi, secchi e irritati. Le cause della rosacea non hanno una definizione certa: si sa che l’esposizione solare cibi, alcol, stress e bagni caldi possono accelerare la comparsa dei sintomi della rosacea.

È un indagine internazionale a confermarlo: la rosacea condiziona la vita delle persone. Addirittura il 20% delle persone che soffrono di rosacea condiziona le proprie abitudini di vita al fine di controllare la malattia è addirittura 9 su 10 limitano i comportamenti a rischio per evitare il peggioramento dei sintomi.

E, dato che ci deve far riflettere, medici e pazienti danno un peso diverso ai sintomi e l’ottanta 2% di questi ultimi è insoddisfatto di questo comportamento.

L’indagine, promossa dal Galderma e condotta su oltre 700 pazienti con rosacea e 500 medici ha valutato il reale impatto di questa malattia soprattutto dal punto di vista psicologico.

In farmacia quindi possiamo essere un valido aiuto per il paziente che soffre di rosacea, consigliando trattamenti lenitivi e anti arrossamento dermatologici, magari in abbinamento nei casi in cui ci sia la prescrizione medica, ai medicinali topici e sistemici.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali