18 dicembre 2020 ~ 0 Commenti

Telomeri e invecchiamento

La parola Telomeri fonde i termini greci “telos” = fine e “meros” = parte; essi rappresentano la parte finale dei cromosomi. Nel 2009 tre scienziati e precisamente Jack William Szostak, Elizabeth Blackburn e Carol Greider, vinsero il premio Nobel per aver indagato su “come i cromosomi sono protetti dai telomeri e dall’enzima telomerasi”.

I telomeri si accorciano naturalmente dopo ogni divisione cellulare, fino a quando raggiungono una lunghezza per la quale la cellula non si replica più e va in apoptosi. L’enzima telomerasi è in grado di allungare i telomeri, è infatti particolarmente efficiente nelle cellule che si devono replicare frequentemente, come quelle staminali. Contrariamente a quanto si pensava fino al 2009, l’invecchiamento non è dovuto quindi esclusivamente ai danni provocati dall’ossidazione, ma anche l’accorciamento dei telomeri ha un ruolo importante.

Si è visto inoltre che, in caso di stress psicofisico, si rileva una riduzione dei telomeri e della telomerasi, spesso associata a fenomeni di invecchiamento precoce e sviluppo di varie patologie. Siamo di fronte al caso in cui un evento esterno influisce su un elemento non genetico. 

Il ruolo dei telomeri, però, sembra essere molto più complesso, da un recente studio* infatti si percepisce quanto la natura sia intelligente, e l’accorciamento fisiologico dei telomeri abbia un significato molto più ampio, da osservare attentamente.

*https://www.medimagazine.it/cancro-accorciamento-dei-telomeri-protegge-dal-rischio

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali