18 Novembre 2021 ~ 0 Commenti

Focus su un attivo cosmetico: retinolo

L’acido retinoico è una molecola estremamente attiva, infatti è proibito in cosmesi e permesso solo su prescrizione medica, con ricetta non ripetibile. In cosmesi si possono utilizzare solo i suoi derivati: retinolo, retinaldeide, retinolo palmitato, retinolo acetato. I primi due sono i derivati più attivi e non presentano gli effetti collaterali cutanei dell’acido retinoico come l’eccessiva secchezza, l’assottigliamento della cute e la fotosensibilizzazione. Il retinolo viene convertito in acido retinoico nella cute attraverso due passaggi di ossidazione*, mentre per gli esteri del retinolo l’efficacia si riduce perché devono prima liberare retinolo attraverso l’intervento di esterasi, e quindi il processo è più lento.
Il retinolo è noto per essere una delle più efficaci molecole antiage: migliora la struttura cutanea e le linee sottili, regola la proliferazione dei cheratinociti, riduce l’attività delle metalloproteinasi, stimola la sintesi di collagene di tipo I e di glicosaminoglicani. La concentrazione di retinolo nel prodotto cosmetico è compresa tra lo 0,0015% e lo 0,3%**. Quest’ultima, come si può appurare, non è alta, ciò significa che si tratta di una molecola attiva anche in basso dosaggio, non necessariamente infatti le sostanze funzionali devono avere concentrazioni elevate per mostrare efficacia e questo ne è un esempio.
Anche se questi ingredienti cosmetici non hanno gli effetti collaterali del loro precursore acido, è sempre meglio non consigliarli in gravidanza, e nemmeno durante il periodo estivo, per evitare ogni possibile rischio.

*Retinoids: active molecules influencing skin structure formation in cosmetic and dermatological treatments
Malwina Zasada and Elżbieta Budzisz
Postepy Dermatol Alergol. 2019 Aug; 36(4): 392–397.

**Opinion of the Scientific Committee on Consumer Safety (SCCS) – Final version of the Opinion on Vitamin A (retinol, retinyl acetate and retinyl palmitate) in cosmetic products.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali