28 Luglio 2022 ~ 0 Commenti

Luce blu e prodotti cosmetici

La luce blu è una particolare lunghezza d’onda dello spettro visibile, è vero che è anche emessa dai dispositivi elettronici come smartphon, PC e tablet, ma la stragrande maggioranza di queste radiazioni arriva dal sole. Alcuni studi* evidenziano che un’esposizione prolungata alla luce blu ad alta energia può portare a fotoinvecchiamento, aumentare la quantità di danni al DNA, morte di cellule e lesioni ai tessuti, danni agli occhi e alla barriera cutanea.

Si parla molto di ingredienti protettivi per i danni da luce blu in cosmesi, sono utili tutte le molecole ad azione antiossidante come le Vitamine E e C, estratti da alghe o di origine vegetale, ad es da Withania somnifera, Physalis alkekengi, Tagetes erecta, Daucus carota, Theobroma cacao, etc. Inoltre i filtri inorganici e alcuni filtri organici ad ampio spettro forniscono una buona protezione.

*Coats, J. G., Maktabi, B., Abou‐Dahech, M. S., & Baki, G. (2020). Blue light protection, part II—Ingredients and performance testing methods. Journal of Cosmetic Dermatology. doi:10.1111/jocd.13854

 

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali