28 Settembre 2022 ~ 0 Commenti

Focus sul contorno occhi. Prima parte

La zona perioculare è molto delicata per diversi motivi. E’ sempre esposta all’aria, e di conseguenza all’inquinamento atmosferico, alle radiazioni ultraviolette e del visibile, come la luce blu, nonché alle continue sollecitazioni dei muscoli mimici causate dalle esigenze espressive. A livello anatomico si tratta anche di un’area dove il tessuto cutaneo è anche particolarmente sottile. Per questi motivi è una delle prime zone a manifestare i segni dell’invecchiamento.

Vediamo le principali esigenze: prevenzione e trattamento rughe, riduzione di occhiaie e borse, se presenti.
Non tutti sanno che vi è differenza tra le occhiaie e le borse: le prime sono una discromia, mentre le seconde un rigonfiamento. La genetica è molto importante per entrambi gli inestetismi.
Le occhiaie scure, marroncine, possono essere dovute ad un’eccessiva pigmentazione, causata da fattori genetici o ambientali, oppure come esito di una infiammazione ad esempio causata da dermatite oppure allergia. L’esposizione all’inquinamento atmosferico, come abbiamo già visto in articoli precedenti, è responsabile di un aumento di discromie sul viso.
Le occhiaie con sfumatura blu-grigia, invece, sono da imputare ad una sofferenza circolatoria causata da stress psicofisico, stanchezza, avanzare dell’età, etc.

Le borse possono essere causate da un accumulo adiposo, non modificabile se non intervenendo chirurgicamente, oppure da ritenzione idrica. In quest’ultimo caso si forma un edema dovuto all’accumulo di liquidi che ristagnano e danno origine al gonfiore caratteristico.

Le borse da accumulo di grasso non si modificano nell’arco della giornata, mentre quelle da ritenzione idrica tendono ad essere più gonfie alla mattina, oppure in certi momenti del ciclo che corrispondono a maggior affaticamento del microcircolo.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali