21 Luglio 2022 ~ 0 Commenti

Il nostro benefico e indispensabile microbiota cutaneo :) seconda parte

Molti polisaccaridi, già utilizzati come attivi cosmetici per gli effetti idratanti e/o antietà, possono rappresentare eccezionali fonti nutritive per il microbiota cutaneo sano e quindi essere utilizzati come prebiotici cutanei.

Galattomannani, inulina, alfa e beta glucano, frutto oligosaccaridi, ma anche l’acido ialuronico stesso sono utili per favorire lo sviluppo del microbiota sano. Si tratta di PREbiotici, ovvero molecole che promuovono la crescita dei microrganismi “buoni”.

Molto studiati per uso cosmetico ultimamente sono anche i POSTbiotici, io li impiego spesso nelle mie formulazioni.
I postibiotici sono prodotti di derivazione batterica, in particolare si ottengono durante i processi di fermentazione. Secondo alcuni recenti studi, che hanno indagato e osservato le applicazioni cliniche di queste sostanze, si stanno rivelando la più recente frontiera contro infiammazioni e infezioni croniche*, e anche per uso cutaneo hanno mostrato effetti davvero interessanti.

Quando sono utili pre e post biotici nei cosmetici?
In tutti i casi di alterazioni cutanea, pelle fragile, arrossamento, presenza di brufoli e impurità, secchezza, dermatiti, etc. ma anche per la pelle sana, per mantenerla in buono stato il più a lungo possibile.

* https://www.humanitas.it/news/postbiotici-cosa-aiutano-le-cure-delle-infiammazioni-croniche/

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali