01 Settembre 2022 ~ 0 Commenti

La Vitamina A in cosmesi

 

Nel post precedente abbiamo parlato dell’importanza in cosmesi della Vitamina B3. Un’altra vitamina di grande interesse cosmetico è la A.
I Farmacisti sanno bene che la vitamina A pura, o ACIDO TRANS RETINOICO, è di esclusiva competenza medica, prescrivibile unicamente in alcune condizioni e dispensata con ricetta medica non ripetibile.
In cosmesi si possono utilizzare solo i suoi derivati più sicuri, ovvero:

  • retinaldeide (INCI RETINAL)
  • retinolo (INCI RETINOL)
  • retinolo palmitato o acetato (INCI RETINYL PALMITATE O ACETATE).

Una volta veicolati sulla pelle, queste molecole si riconvertono in acido retinoico grazie alla presenza di enzimi cutanei. I primi due derivati mostrano una efficacia maggiore degli ultimi  i quali impiegano decisamente più tempo per la conversione. Per retinolo e retinaldeide vi è infatti un solo passaggio chimico, mentre per gli altri ve ne sono due, e quindi il processo è decisamente più lento.
Gli effetti cosmetici dei derivati della vitamina A in cosmesi riguardano l’aumento della proliferazione delle cellule cutanee, la riduzione dei danni da photoaging, il miglioramento delle linee sottili, dell’elasticità e della compattezza.
Per queste azioni importanti sono ampiamente diffusi nei prodotti antietà, in particolare dopo i 40 anni.
Dato che si tratta di una Vitamina un po’ particolare, che può essere soggetta ad accumulo e, visto che la Sicurezza in cosmesi è molto alta (questo concetto non è ben chiaro a tutti 🙁 sigh)…. ultimamente è stato posto un dosaggio massimo di impiego per il retinolo nei cosmetici. E questa concentrazione massima è pari a 0,3% nei prodotti per il viso e 0,05% per il corpo, pertanto non stupitevi se trovate questo ingrediente nelle ultime posizioni della lista degli ingredienti, ma questo non significa assolutamente che è poco attivo, anzi!
E su questo argomento, ovvero attività cosmetica e concentrazione dell’ingrediente ritorneremo …

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali