10 Dicembre 2020 ~ 4 Commenti

Tonico per il viso, che ne dite, lo inseriamo nella beauty routine?


Il tonico è un cosmetico che mi riporta a un immaginario che sa di
antico, sarà perché lo collego alle prime acque vegetali utilizzate
all’inizio del ‘900 dalle dame di corte, chissà.
Cerchiamo di analizzarlo insieme da un punto di vista cosmetologico.
Il tonico è una soluzione acquosa la cui composizione può essere così schematizzata:
. acqua;
. altri solventi come alcol, glicerina, glicoli;
. ingredienti funzionali idrosolubili o liposolubili, in questo caso
vanno prima resi solubili con un tensioattivo non ionico;
. conservanti, antimicrobici, chelanti e antiossidanti;
. modificatori di pH;
. coloranti, facoltativi;
. profumo, facoltativo.
A seconda della composizione della parte funzionale potrà essere
idratante, riequilibrante, astringente, lenitivo.
Il nome di questo prodotto cosmetico lo identifica come prodotto che dà tono alla cute, e quindi il modo di utilizzo ideale sarebbe quello di picchiettarlo delicatamente sulla pelle del viso con i polpastrelli, per dare vigore ed energia all’epidermide. Oggi si trovano anche molti tonici in spray che vanno vaporizzati sulla cute appena detersa. Diciamo
che se lo concepiamo in questo modo gli diamo un valore cosmetico importante, forse gli togliamo uno dei principali motivi per i quali è consigliato, ovvero quello di eliminare le ultime tracce di trucco e completare l’azione struccante, ma lo riportiamo al suo significato originale che a me, sinceramente, piace di più. Trovo che sia un po’ svilente utilizzarlo come passaggio per completare la detersione.
Quindi sì, il tonico va inserito nella beauty routine e, quando lo
picchiettiamo sul viso, pensiamo proprio al beneficio che ne può trarre la nostra pelle. Immaginiamo Isabella, Regina d’Ungheria, che a 72 anni
iniziò ad utilizzare acqua di rosmarino per il viso e le fece così bene che ricevette la proposta di matrimonio da un giovane che rimase folgorato dalla sua ritrovata bellezza.
Take care of your skin.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali